Irlanda da scoprire, Storia e cultura irlandese

Il castello di Trim

0 346

Un capolavoro dell’architettura normanna Trim Castle nella contea di Meath ha rappresentato per secoli il centro del potere normanno-inglese in Irlanda.Costruito in una delle aree piú fertili del paese e collegato via fiume al porto di Drogheda il castello ha avuto una storia travagliata iniziata alla fine del XII secolo con la fondazione del castello de parte di Hugh de Lacy e terminata nel XVIII secolo con l’abbandono della fortezza e la decadenza della cittá di Trim.

 

COME ARRIVARCI E CONSIGLI PER LA VISITA

Con la macchina Trim é a circa un’ora da Dublino seguendo la M3 fino all’uscita numero 6 . Da lí seguite la R125 e R154 e sarete a Trim in 10 minuti. Buseireann ferma a Trim con la linea 111 e potrebbero esserci anche linee private perlomeno d’estate.

Vestite comodi perché l’esterno e tutta terra e l’interno del maschio é tutto scale a chiocciola e cunicoli. Il maschio é visitabile solo con un tour che parte ogni ora ma potete comprare un biglietto per visitare solo l’esterno del castello. Se soffrite di vertigini vi conviene evitare la visita guidata perché la maggior parte del tempo si devono attraversare passerelle sospese 3 o 4 piani nel vuoto.

 

LA STORIA

Come mai Trim divenne un centro di primaria importanza?

La posizione geografica in una delle aree piú fertili d’Irlanda e la presenza del fiume Boyne possono spiegare fino ad un certo punto mentre il motivo principale era squisitamente politico ed ha a che fare con la politica di divide et impera che ogni statista saggio ha praticato in ogni luogo ,in ogni epoca e sotto ogni regime.

Inoltre Trim era un centro esclusivamente normanno mentre cittá come Dublino o Waterford con la loro popolazione in maggioranza gaelico-vichinga non davano garanzie di fedeltá ed il rischio di una rivolta ogni qual volta la cittá rimaneva sguarnita rimase vivo per piú di un secolo.

L’arrivo dei normanni

Hugh de Lacy come appare in una pagina del " Expugnatio Hibernia" di Giraldus Cambrensis

Hugh de Lacy come appare in una pagina del ” Expugnatio Hibernia” di Giraldus Cambrensis

Giá dal 1155 con la bolla Laudaliter la Chiesa riconosceva al re d’Inghilterra il controllo dell’Irlanda se questo si fosse impegnato a riorganizzare la Chiesa secondo il modello continentale. Nel116 il re del Leinster Diarmait Mac Murchada viene privato del suo regno e si rifugia prima in Inghilterra e poi in Normandia dove so sottomette al re Enrico II ed in cambio ottiene di poter reclutare mercenari tra i normanni.

Il piú importante tra gli uomini che risposero all’appello era Richard de Clarke,meglio conosciuto come Strongbow, che nel 1169 sbarcó presso Wexford e grazie alla superiore tecnologia ed organizzazione  riusci’ in breve a rimettere sul trono Mac Murchada di cui sposó poi la figlia.

Enrico II allarmato dal successo di Strongbow sbarcó in Irlanda nel 1171 con un grande esercito ed ottenne la sottomissione dei re irlandesi ancora ribelli in cambio di uno stop all’espansionismo normanno. Per tenere sotto controllo Strongbow fondó la Signoria d’Irlanda e nominó suo Justiciar ( luogotenente) Hugh de Lacy   a cui affidó in beneficio il regno irlandese del Midhe con l’ordine di provvedere a fortificarlo.

Sviluppo e decadenza di Trim

Nell’area dove sorge il castello esisteva solo un piccolo abitato conosciuto come Ath Troim (il guado degli alberi antichi) da cui prese poi il nome l’area.

Il primo castello fú in legno e seguiva il modello del “motte and bailey” normanno: su una collinetta artificiale (motte) veniva costruita una torre cinata da una palizzata .Al di sotto veniva recintata una grande area ( bailey) dove venivano costruiti tutti gli edifici necessari alla vita del castello: officine,stalle ecc.

Nel1173 Hugh de Lacy lasció l’Irlanda per combattere in Francia a fianco del re portandosi dietro buona parte delle truppe con il risultato che Trim ed altri castelli minori furono saccheggiati e distrutti dagli irlandesi al servizio di Ruardhi O’Connor.

Al suo ritorno nel 1175 de Lacy ricostrui’ il castello in pietra e fondó molte fortezze minori nell’area per tenere sotto controllo gli irlandesi.

Il figlio Walter ereditó terre e titoli e nel 1194 si schieró con Riccardo Cuor di Leone contro suo fratello Giovanni Senzaterra e si diede al saccheggio delle terre della Corona in Irlanda finendo per pagare una multa salatissima quando tra i due fratelli tornó la pace.

Nel 1210 si pose a capo di una rivolta di baroni ed il re sbarcó con un esercito per riportare ‘ordine sgominando i ribelli ed esiliando Walter in Francia.

Una volta graziato ( i de Lacy avevano terre in Irlanda,Inghilterra e Francia ed erano tra le famiglie piú potenti dell’”impero” normanno) dovette combattere per riottenere il controllo del castello di Trim dai suoi fratelli Hugh e William e  ci vollero 7 settimane di assedio per avere ragione dei ribelli.

Morto Walter nel 1241 senza eredi diretti fu deciso dalla Corona di suddividere le sue terre tra le sue nipoti Matilda e Margery.

Matilda ottenne il castello di Trim e si diede da fare per restaurarlo ed ingrandirlo ed alla sua morte il castello passó alla figlia Joan che aveva sposato Roger Mortimer di Wigmore imparentandosi con una delle famiglie piú influenti d’Inghilterra. Per Trim il cambio non fu positivo: per i Mortimer Trim era un feudo tra i tanti e per la loro ambizione era piú saggio rimanere vicino alla corte a Londra.

Per Trim questo significó un periodo di decadenza ( se non contiamo quando il castello fu riparato per resistere all’invasione di Edward Bruce dalla Scozia) e per i Mortimer era semplicemente una terra da cui ottenere denaro e risorse senza nessuna importanza particolare inoltre gli intrighi dei Mortimer non sempre andavano a buon fine ed ogni qual volta era necessario punirli Trim tornava alla Corona che se ne curava ancora meno.

Morto Edmund Mortimer nel 1394 il castello tornó definitivamente alla Corona e Trim visse una stagione di rinnovata importanza quando Richard di York ,Lord luogotenente d’Irlanda dal 1449, fece di Trim un bastione del potere degli York durante la Guerra delle Rose e fondó la seconda zecca d’Irlanda ( la prima era a Dublino).

Purtroppo  dal XVI secolo Trim perse ogni importanza economica o strategica e le sue fortune furono inversamente proporzionali a quelle dell’Irlanda: ogni qual volta l’isola era sconvolta da guerre e ribellioni il castello veniva restaurato mentre in periodi di pace era lasciato andare in malora.

Nel XVII secolo con l’arrivo di Oliver Cromwell nel 1649 e la guerra Giacobita del 1689 il castello ritornó ad essere utilizzzato ma era ormai un anacronismo e la sua posizione non giustificava la spesa per adattarlo alla guerra moderna  cosicché dal XVIII secolo fu lasciato a se stesso.

La proprietá passó di mano in mano finché Lord Dunsany non vendette il castello allo stato nel 1993. Il governo irlandese provvedette al restauro e per rendere Trim una meta turistica riusci’ ad ottenere nel 1995 che il film Braveheart fosse girato a Trim con conseguente boom di turisti.

 

 

VISITARE IL CASTELLO

Trim Panoramica

Le mura del castello circondano un’area di un ettaro e mezzo su cui sorgono oggi i resti di poche strutture in pietra ma che in passato era affollatissimo.Lungo le mura sorgevano stalle,officine e le abitazioni dei servi ed artigiani al servizio del signore .Il terreno rimanente era coperto di giardini ,stalle,pollai e conigliere poiché era un’ottima idea che il castello avesse una fonte di cibo indipendente in caso di assedio.

Avere un’idea chiara della strutture esistenti nel cortile del castello si é rivelato un’impresa impossibile per gli archeologi poiché quando il castello fú finalmente abbandonato parecchi poveri contadini costruirono le loro capanne all’interno del castello ed é probabile che le strutture in legno ancora esistenti venissero riciclate od usate come combustibile.

Il maschio

Maschio sud

La fortezza centrale sorge sul luogo dove originariamente sorgeva il castello in legno ed originariamente era un edificio a croce greca circondato da un fossato.Con la successiva espansione del castello il fossato fú riempito ed una serie di edifici fu creata per accogliere i visitatori all’esterno del castello. In caso di invasione l’ingresso era al primo piano protetto da un ponte levatoio.

Per il restauro del castello di Trim fú deciso (diversamente ad esempio di Athenry) di non ricostruire completamente l’interno ma di lasciare uno spazio aperto che permette di vedere dove erano situate le diverse stanze e di vedere nei muri i segni delle modifiche effettuate nei secoli.

Interno maschio

Visitando l’interno é possibile capire la planimetria del castello e le modifiche apportate lungo i secoli

Due stanze sono state ricostruite: la cappella e la camera da letto del signore.

La cappella é una piccola stanza che si distingue per la presenza di una finestra invece di feritoie e per una piccola rientranza decorata che serviva a contenere ed a lavare la patena ed il calice dopo la Messa.

Il lavabo nella cappella

Il lavabo nella cappella

Della camera da letto sappiamo solo che doveva trattarsi di quella riservata ai signori di Trim o ad importantissimi funzionari o visitatori in quanto solo quattro camere da letto esistevano nel castello ed essendo la privacy un bene sconosciuto in un castello medioevale, nel film Braveheart é in questa stanza che re Edwards  Longshanks lancia il fidanzato del figlio dalla finestra.

A parte le stanze da letto e la cappella il resto del castello era utilizzato per l’attivitá di governo o l’alloggio della guarnigione del castello.Il sotterraneo era utilizzato come magazzino per le derrate alimentari ed il tetto é costruito per permettere di raccogliere l’acqua piovana .

Il castello fu sempre una struttura militare e quando il maggior benessere rese necessario dotarsi di nuove strutture si preferi’ costruire nuovi edifici.

maschio al tramonto

Il grande salone

Salone

I resti del Salone e della torre Magdalene

 

Tipico dei castelli normanni il salone é una struttura costruita a ridosso delle mura che serviva come salone dei banchetti,aula di giustizia e,nel caso di Trim, sede del parlamento della signoria d’Irlanda.

I magazzini sotterranei del salone

I magazzini sotterranei del salone

La “Magdalene Tower”

La torre di nord ovest venne modificata nel tardo XIII secolo per accogliere gli alloggi dei signori di Trim. Durante uno dei periodi di pace fu deciso che invece di vivere nel castello vero e proprio in una stanzetta i signori di Trim avrebbero avuto una residenza vera e propria e questa torre di 3 piani collegata al salone venne ingrandita e resa piú confortevole . Fornita di un caminetto su ogni piano e di un gabinetto costruito sopra il fossato la torre rappresenta il massimo del confort che il XIII secolo poteva offrire.

Il molo

Sotto i normanni il fiume Boyne divenne navigabile grazie alla costruzione di canali e chiuse ed era possibile raggiungere Trim per via fluviale. A Trim fu deciso di ampliare il fossato per facilitare l’approdo e di costruire un molo ed un piccolo ingresso collegato con i magazzini al di sotto del salone. Con l’indebolirsi del potere normanno tutta l’infrastruttura che rendeva il fiume navigabile venne abbandonata ed il fiume ritornó al suo stato naturale e l’ingresso fluviale fú murato alla fine del XIV secolo.

La prigione

Un  edificio costruito per detenere prigionieri politici piú che criminali comuni si compone di un piano terra per le guardie ed un piano sotterraneo composto da una sola grande cella dove piú prigionieri erano incatenati alle pareti. Questo é probabilmente l’edificio di cui sappiamo di piú grazie alla quantitá di documenti recuperati: dai registri con salari e performances delle singole guardie ad appelli a favore di quelli che oggi chiameremmo diritti umani dei detenuti fino al dettagliatissimo verbale della commissione che indagó il “suicidio”  in cella di  Art Mac Murrough re di Leinster qui detenuto nel 1362.

La zecca

La zecca da usare

Una delle torri sul fiume ha sempre avuto il nome di Mint Tower ( torre della zecca) e gli scavi archeologici hanno confermato che una qualche forma di lavorazione del metallo aveva luogo intorno a questa torre. Purtroppo non rimane nulla nei registri delle attivitá  di questa zecca che operó dal 1478 alla metá del XVI secolo.

La zecca vista dal fossato

La zecca vista dal fossato

La porta di Trim

Ingresso da usare

L’unico ingresso al castello prima della creazione del barbacane a sud ed oggi ingresso per i visitatori,non era cosi facilmente raggiungibile come appare adesso dopo il restauro: in origine bisognava salire una piattaforma di legno ,che in caso di attacco sarebbe stata distrutta dai difensori,raggiungere il ponte levatoio ed una volta riusciti a passare il fossato superare la cancellata in metallo ( mentre i difensori naturalmente potevano colpire l’attaccante con pietre,olio bollente e frecce).Passato il cancello una piattaforma retrattile bloccava gli attaccanti che potevano essere attaccati da tutti i lati. Una struttura cosi diabolica aiuta a spiegare perché chi attaccava un castello di solito ( se non aveva un traditore all’interno) si affidava ad un lungo assedio o,chi poteva permetterselo, ad armi d’assedio e guastatori ma quasi mai pensava di attaccare passando dal portone principale.

Ingresso dal tetto da usare

La porta di Trim e la prigione viste dal tetto del maschio

Il Barbacane

Barbacane esterno

 

Quando all’inizio del XIII secolo le mura furono completate si vide la necessitá di costruire un secondo ingresso per decongestionare il traffico intorno alla porta di Trim e fu deciso di costruire un barbacane per maggiore protezione . Qui una torre circolare ospitava un piccolo gruppo di soldati che operavano il ponte levatoio e difendevano l’ingresso al castello grazie alle feritoio sparse per tutta la costruzione.Dalla torre si allunga un passaggio coperto che scavalca il fossato ed una torre che costituiva il primo ostacolo per gli assalitori . Il prinicipio é simile alla porta di Trim e lo scopo é di fornire ostacoli costanti agli assalitori ed allo stesso tempo offrire ai difensori la possibilitá di attaccare dall’alto a 360 gradi.

Barbacane interno da usare

Oltre il castello

La cittá medioevale di Trim

La "Sheep Gate" l'unica porta d'ingresso a Trim rimasta in piedi

La “Sheep Gate” l’unica porta d’ingresso a Trim rimasta in piedi

La cittadina di Trim si sviluppo’ a nord del fiume con una piccola appendice di fronte alla porta di Trim.  Le prime mura furono costruite nel 1298 e costantemente rinforzate perché con il passare degli anni Trim rimaneva l’ultimo bastione della Corona inglese in un Irlanda che ritornava gaelica.

Sappiamo che nel 1584 la cittá godeva di grande prosperitá ma che giá nel 1642 era semi abbandonata e le mura inutilizzabili. Alla fine del XVII secolo risalgono gli ultimi sforzi del’amministrazione cittadina per cercare di resturare le mura ormai troppo grandi per le dimensioni della cittá.

Oggi della cittá medioevale rimane la Sheep gate ,uno delle porte d’ingresso alla cittá ed il campanile del priorato di ST.Mary ( Yellow steeple).Alto piú di 40 metri era parte di un grande complesso ecclesiastico devastato durante le Riforma e che ebbe il colpo di grazia durante la campagna in Irlanda di Oliver Cromwell.

Lo"Yellow Steeple" l'unica parte del priorato di ST. Mary ancora in piedi

Lo”Yellow Steeple” l’unica parte del priorato di ST. Mary ancora in piedi

Copyright©Irlandare 2015

About the author / 

Irlandare

Related Posts

Leave a Reply

La parola irlandese della settimana

Tuath

Nell'Irlanda pre normanna rappresentava la forma basiliare dell'organizzazione politica celtica. Si riferiva solitamente sia ad un'area che ai suoi abitanti e di solito si riferiva a regni composti di circa 300 famiglie . Nell'irlandese moderno é passato a significare la campagna in contrapposizione con la cittá ( molto raramente é usato per designare i laici intesi come l'insieme dei fedeli che non fanno parte del clero).